martedì 18 settembre 2018

Come Mondadori uccise Alfred Hitchcock

Tutti sanno che dopo la morte di Alfred Hitchcock (avvenuta nel 1980) l'editore Random House non poté più contare sulla sua presunta collaborazione, e decise di affidare le presentazioni dei libri dei Tre Investigatori ad un personaggio fittizio, tale Hector Sebastian, autore di romanzi thriller bestseller. Ciò avvenne a partire dal trentunesimo volume pubblicato, ovvero The Mistery of the scar-faced beggar. Contemporaneamente, le edizioni originali hanno anche sostituito il logo del profilo di Hitchcock, che appariva in copertina, con quello che rappresenta un buco di serratura. No, Hector Sebastian non era un guardone: questa trasformazione è stata fatta unicamente perché i due loghi erano graficamente simili! In ogni caso i lettori italiani non hanno mai conosciuto ufficialmente Hector Sebastian, dato che Mondadori ha pubblicato solo i primi 30 volumetti della serie. Quel che di strano è avvenuto in Italia all'epoca è che Mondadori, venendo a pubblicare i due ultimi suoi titoli, ovvero Le Formiche Guerriere e Duello sotto il mare nel 1981, pensò bene di far fuori in anticipo il regista britannico, e quindi nelle versioni per i lettori italiani di questi due romanzetti il vecchio Hitch è già morto e sepolto (mentre negli originali americani è vivo e vegeto, dato che lì siamo nel 1979). Negli ultimi due titoli pubblicati da Mondadori, quindi, Alfred Hitchcock è sostituito da un anonimo "direttore del quotidiano locale". Un ignobile assassinio, quindi, per favorire uno scialbo personaggio... giustamente coperto dall'anonimato!

martedì 31 luglio 2018

Un mistero di meno: svelata l'identità segreta di Paul Dorval


Paul Dorval, alias Alessandro Cairoli
Conoscete i Pimlico Boys? Sono tre ragazzi londinesi: i fratelli Koffy e Trudy, e il loro amico Frizzy, protagonisti di ben 17 episodi della serie classica del Giallo dei ragazzi Mondadori. Per anni molti si sono chiesti chi si nascondesse dietro il nome di Paul Dorval, autore dichiarato della serie. Il fatto che non fossero citate edizioni originali straniere e traduttori, faceva pensare comunque che si trattasse di un autore, o di un gruppo di autori, del nostro paese. Nel post pubblicato anni fa su questo blog, proponevo, come altri prima di me, il nome del vulcanico editor Mondadori Leone Bosi, ma il mistero restava. Finalmente, nel 2015, lo stesso Paul Dorval, con la complicità dell'editore Simonelli, ha svelato al mondo la sua vera identità. Si tratta in effetti del giornalista Alessandro Cairoli, il quale avendo vissuto a Londra come collaboratore di vari giornali italiani, conosceva assai bene l'ambientazione che poi sarebbe stata dei tre ragazzi di Pimlico. Cairoli soltanto in Italia, con i 17 volumetti dei Pimlico Boys ha venduto la bellezza di un milione di copie. Recentemente i vecchi titoli dei Pimlico Boys sono stati ripubblicati da Simonelli in formato ebook. Sei un fan dei Pimlico Boys e vuoi scrivere a Paul Davies / Alessandro Cairoli? Manda un'email a questo indirizzo.

venerdì 15 dicembre 2017

I Tre investigatori tra realtà e fantasia

Rocky Beach nella ricostruzione cinematografica... ma la location è a Città del Capo, in Sudafrica!
Ma dov'è Rocky Beach, la cittadina californiana dove sono ambientate le avventure dei Tre Investigatori? I luoghi delle avventure dei nostri beniamini ci sono così familiari che qualcuno si sorprenderà se gli diciamo che in realtà si tratta di una località immaginaria. Eppure in molti si sono cimentati nel gioco di trovare località reali corrispondenti, in qualche modo, a quelle dei romanzi. Ne parleremo qui, ma, come vedrete, noi faremo molto di più! Vi porteremo anche a visitare la "vera" Bottega del Recupero... e perfino la roulotte Quartier Generale dei Tre investigatori!

lunedì 11 dicembre 2017

La caverna del diavolo... esiste davvero!

Conoscete La caverna del diavolo (ovvero The Mistery of the moaning cave), decima avventura dei Tre Investigatori, nonché la prima a non portare la firma di Robert Arthur, il creatore della serie? Nel libro firmato da William Arden, Jupiter Jones, Bob Andrews e Pete Crenshaw sono alle prese con la caverna (moaning cave) che cento anni prima aveva ospitato il covo del bandito El Diablo, e la cui imboccatura, dopo cinquant'anni di silenzio, emette di nuovo un lamento spettrale. Questa la finzione. Ma la sorprendente realtà è che la Moaning Cavern esiste davvero! 


lunedì 4 dicembre 2017

Zio Titus risolve un caso - Terza e ultima puntata

E Hans e Konrad, non potrebbero somigliare a questi?
Ed eccoci finalmente alla conclusione della nostra storia. Probabilmente Titus Andronicus Jones risolverà il caso... ma riuscirà anche ad eguagliare il suo vulcanico nipote in quanto a intelligenza e abilità? Lo sapremo subito. Francamente spero che qualche altro lettore si affianchi ad Arthur Robertson e a P.A. Mirabelli, e che questo blog possa tornare a pubblicare fanfiction originali e divertenti  in quantità. Intanto, se volete rileggere quelle pubblicate  in precedenza, cliccate qui. Siamo ai saluti. Buon divertimento a tutti e arrivederci (speriamo) a presto! 

martedì 28 novembre 2017

Il mistero delle due isole dello scheletro, dei due pappagalli balbuzienti e delle due mummie sussurranti


E se vi dicessi che alcune delle avventure dei Tre Investigatori, di quelle firmate da Robert Arthur negli anni sessanta, hanno lo stesso identico titolo di altrettanti vecchi romanzi di avventure per ragazzi, pubblicati da altri autori anni e anni prima, tra gli anni venti e quaranta? Come si spiega questo mistero?

lunedì 27 novembre 2017

Zio Titus risolve un caso - seconda puntata

Zio Titus, potrebbe anche essere fatto così!
Ed eccoci alla seconda puntata della nuova fanfiction originale del blog Giallo dei Ragazzi! Ma voi vi rendete conto che ho dovuto tartassare il molto misterioso Arthur Robertson per più di due anni, per ottenere questo straordinario risultato? E voi come mi ringraziate? Iscrivetevi tutti quanti al blog, avanti marsh! Qual è la spiegazione delle misteriose stranezze in cui si sono imbattuti Titus Jones e Konrad? Scopriamolo insieme leggendo questa seconda parte di quella che mi risulta essere la seconda fanfiction mai pubblicata in italiano sui Tre Investigatori. La prima pure la trovate qui, su questo blog! E ora, buona lettura!

lunedì 20 novembre 2017

Zio Titus risolve un caso - prima puntata

Zio Titus, potrebbe essere più o meno fatto così?
Tornano finalmente le fan fiction del Giallo dei Ragazzi! E torna in particolare il misterioso Arthur Robertson, emulo di Robert Arthur, autore di una nuova ed originalissima storia ispirata all'universo narrativo dei Tre Investigatori, due anni dopo averci deliziato con Pomi d'ottone e messaggi segreti. Ma stavolta il protagonista dell'avventura è nientedimeno che Titus Andronicus Jones! La nuova storia ci accompagnerà per tre avvincenti puntate, una a settimana, ogni lunedì. Vai con l'inizio della storia! 

mercoledì 26 luglio 2017

Altri misteri Mondadori: Giallo Junior VS Junior Giallo


All'inizio degli anni '90 Mondadori rinuncia al tentativo di reboot del Giallo dei Ragazzi e rimpiazza la collana con la nuova  Giallo Junior, nel classico formato del pocket Mondadori. Il contenuto è il più vario che si possa immaginare: si va dai polizieschi per bambini con animali umanizzati per protagonisti, ai racconti di autori classici del giallo, ai noir truculenti con protagonisti adulti (che non si capisce cosa abbiano di adatto ai lettori giovanissimi). Se avete bazzicato questa serie vi sarà forse capitato di incontrare diverse copie degli stessi libri ma con diversa numerazione, diversi loghi e copertine... Come si spiega questo mistero?

venerdì 21 luglio 2017

Il Mistero del n.16: Sans-Atout, Terror Academy e i tentativi di reboot del Giallo dei Ragazzi


Come mi è stato fatto notare recentemente, esistono altre collane di libri etichettate Giallo dei Ragazzi che qui abbiamo finora trascurato. Con esse negli anni 1989-1991 Mondadori ha tentato di rinverdire i fasti della serie classica, definitivamente sospesa nel 1984. Entrambe le collane di cui parleremo in questo articolo sono state diffuse preferibilmente in libreria piuttosto che in edicola, e sono state sospese in concomitanza con l'esordio di Giallo Junior, di cui parleremo in un prossimo articolo.