domenica 21 novembre 2021

Arrivano i russi!

Come qualcuno avrà notato, questo sito da un po' di tempo è bombardato di commenti scritti in caratteri cirillici, che, se vai a vedere, rimandano a siti per l'acquisto o il commercio dei bitcoins. Pertanto ho dovuto introdurre per la prima volta la moderazione nei commenti, e per questo ci sarà un certo ritardo nella pubblicazione dei commenti. Scusate! 

giovedì 14 ottobre 2021

Jerry Todd e l'uovo preistorico

Sesta avventura di Jerry Todd e i suoi amici; stavolta la parte umoristica sorpassa nettamente quella investigativa, ma lo stesso non mancano le emozioni anche per gli amanti del mistero e del giallo. Riusciranno i nostri eroi a tirarsi fuori da una serie di scherzi ormai fuori controllo, a capire se c'è veramente, vivo e vegeto, nei dintorni della città, un animale che tutti credono estinto da secoli, e a salvare il povero Capitano Tinkertop dal gobbo assassino, che per misteriosi motivi attenta alla sua vita? Indagini, scherzi, brividi, e tante risate. Adatto ai giovani lettori, come lo era quasi cent'anni fa, ma, oggi, anche ai lettori meno giovani, che possono aggiungere il piacere della riscoperta, e di un vero e proprio viaggio nel tempo, nell'America degli anni 1920. 

mercoledì 6 ottobre 2021

La foresta dei segreti

Due fratelli alle prese con l'esplorazione dei boschi che circondano la nuova casa, una miniera abbandonata e un tesoro nascosto... sempre se non si tratta del bottino di un vecchio furto, invece. La bella copertina non deve ingannare: si tratta di una pubblicazione indipendente, e, stavolta, si vede. Il libro è sgrammaticato, zeppo di errori e brutture stilistiche: è raro anche al giorno d'oggi trovarne uno scritto così male. Le prime pagine sono illeggibili, ci vuole un bello sforzo per andare avanti e soddisfare la curiosità dell'amante dei gialli e delle avventure con protagonisti bambini e ragazzi. La trama sarebbe probabilmente sufficiente per intrattenerci piacevolmente, ma la mancanza di un editing anche minimo manda a vuoto o quasi anche questa possibilità. Il sottotitolo lascia intendere che sia in preparazione una serie, e il buon numero di recensioni (sia positive che negative) fanno immaginare un certo successo, ma se non correggono il tiro è meglio evitare queste cosiddette Piccole Avventure. 

giovedì 30 settembre 2021

Me, Mum & Mistery: Detective per caso

Da quando hanno detto gli editori che a leggere sono le ragazze, più dei ragazzi, ecco che tutto, anche il giallo dei ragazzi si adegua e diventa declinato al femminile. Buona cosa, ma da sola non basta. Ecco un'altra serie scritta da un'autrice donna, stavolta con protagonista un duo figlia+mamma e destinato a un pubblico di bambine e ragazzine. La serie è italiana, ed è fortunata: è giunta al capitolo 10 anche se io la scopro adesso. Pregi: le belle illustrazioni con didascalia formato postit; il divertente contrasto tra la figlia, Emily sportiva e interessata ai misteri, e la mamma Linda, interessata a moda, cucina vegetariana, e storie romantiche. Difetti: il romanzetto è del tutto immotivatamente ambientato in un'insopportabile Inghilterra da operetta (vabbé, questo lo faceva anche Paul Dorval, alias Alessandro Cairoli... ma io lo rimprovero anche a lui); la trama, coi fantasmi e tutto, va bene che è solo per bambine, ma è davvero così trita che più ritrita non si può: Scooby Doo si annoierebbe; il libro sembra destinato alle bambine... eppure Linda non si fa scrupoli a bamboleggiare con un uomo sposato; le due protagoniste si considerano detective per sola discendenza ereditaria, senza alcun titolo, come se la cosa fosse un semplice passatempo... Solo per bambine, e non ne sono nemmeno sicuro.

sabato 25 settembre 2021

Premio Giallo dei Ragazzi


Non esiste un premio per i moderni gialli per ragazzi... anzi non esisteva! L'ho appena inventato io! E lo assegna questo blog! Non è un premio di quelli seri, non c'è una giuria, non c'è un notaio, non c'è neanche il premio! E' un premio goliardico e scherzoso: semplicemente, a partire da gennaio 2022 dedicherò un post ad assegnare un premio ideale (fatto di pura gloria) al romanzo che abbia le caratteristiche che elenco di seguito nel regolamento. Ovviamente nessuno paga niente e nessuno vince niente, se non la soddisfazione di interessare ai nostalgici lettori del blog del giallo dei ragazzi! Ma siamo sinceri... cosa ci potrebbe essere di più prestigioso per un giallo per ragazzi?

venerdì 17 settembre 2021

Miss Detective: Omicidi per Signorine

Ecco un vero giallo per ragazzi! Anzi, per ragazze! Anni 30 del novecento, in un opprimente collegio inglese, Daisy e Hazel, ovvero Holmes e Watson formato studentessa, si districano tra lezioni, compiti, sorveglianze e divieti, per svolgere le loro indagini. Il gioco si trasforma in realtà quando Hazel scopre il cadavere della professoressa Bell, che però subito dopo sparisce misteriosamente! La struttura è frammentaria e ripetitiva, e troppi personaggi vengono presentati tutti all'inizio; in soccorso del lettore, come in alcuni gialli classici, c'è l'elenco dei personaggi posto all'inizio del libro, il che in realtà non allegerisce per nulla la lettura. Ma col passare delle pagine il ritmo migliora. Le indagini coordinate dalla bella e frizzante Daisy, e trascritte dalla goffa Hazel, sono a tratti straordinariamente lucide e razionali, e permettono alle due ragazze di illuminare a poco a poco un'intricata e assurda vicenda che si svolge all'interno della scuola. Punti deboli sono i docenti, che vivono solo per la scuola e si comportano da personaggi del cluedo, e la trama del mistero che dire improbabile è poco: sembra una trama scritta da un'adolescente inquieta... Che poi è proprio quello che cerchiamo noi! Il rapporto tra le due protagoniste, narrato dalla penna riflessiva e impacciata di Hazel Wong, diverte e intenerisce. Una serie di successo che conta già nove titoli tradotti in italiano. Un'ottima lettura per le ragazze, e una buona lettura anche per noi.

domenica 12 settembre 2021

Caso chiuso: l'imprevedibile ritorno dei librigame


Devo segnalare qualcosa che non mi sarei aspettato. Ricordate i librigame, di qualche decennio fa? Quelli del tipo: cosa fai? Sali le scale? Allora vai a pag. 136. Scendi al piano di sotto? Allora vai a pag. 141... Beh, che ci crediate o no, sono tornati! O almeno, c'è chi ha avuto il coraggio di tentare un revival tanto improbabile quanto invece fortunato. Io non sono mai riuscito a leggere... pardòn, a giocare con loro... E mi domando come faccia la gente a non leggere la pagina accanto. Per non parlare poi del fatto che il me stesso personaggio del libro di solito non sceglierebbe mai una delle opzioni proposte, ma farebbe qualcosa di del tutto diverso... Ma c'era a chi piacevano. Beh, se siete fra quelli, allora forse sarete contenti di sapere che i vostri figli hanno lo stesso strumento a disposizione: date una chance, se volete, alla serie Caso Chiuso. A me non piace il prodotto in sé, ma riconosco che la gente ci si diverte, almeno a giudicare dalle recensioni degli altri lettori su Amazon... Ma non vi aspettate altro che un gioco solitario: di romanzo non ce n'è. 



sabato 28 agosto 2021

Jerry Todd e la rana meccanica

Nella strepitosa quinta avventura i nostri amici difendono le invenzioni del bislacco Mr. Ricks dalle spie industriali, indagano su un'eredità perduta, naturalmente sono ostacolati da un fantasma (immancabile)... Per non parlare dell'indimenticabile scena in cui fronteggiano... un dinosauro! Un libro spumeggiante, intrigante, più che mai ricco di mistero e suspance, e, come al solito, o anche più del solito, esilarante! Quasi una sorpresa, comunque un gran piacere da leggere, e, lo sottolineo, buono per i lettori ogni età! Per chi deve ancora scoprire Jerry Todd, ricordo che si tratta di un gustoso viaggio nel tempo (i libri sono stati scritti e sono anche ambientati negli anni 1920 e 1930) e che il primo volume è Jerry Todd e la mummia sussurrante (fonte d'ispirazione per l'omonima avventura dei tre investigatori, che in quanto a trama, con il libro di Leo Edwards, però, condivide solo il titolo).

mercoledì 4 agosto 2021

Vacanze al faro maledetto


Ecco il seguito del divertente Vacanze al cimitero. E' bello ritrovare il personaggio di Jerry (Gerardo) e Tilla (Domitilla) ma manca un po' di frizzantezza rispetto al primo capitolo. Siamo di fronte a un romanzetto giallo-umoristico, e solo ora mi rendo conto di quanto l'approccio di Domenica Luciani ricordi quello di Leo Edwards... C'è perfino un protagonista che narra in prima persona, e anche qui si chiama Jerry! Caratteristico della Luciani è l'uso del passato prossimo, che non è tanto frequente, e nel primo libro l'avevo trovato un po' disturbante, ma ormai mi sono abituato. Il mantenimento di una vena ironica rende piacevole anche Vacanze al faro maledetto, ma la storia mistery, se già in Vacanze al cimitero era assai improbabile, ma la cosa non rappresentava un problema, grazie alla simpatia dei protagonisti, qui è proprio assurda e fuori dal mondo, e non sta in piedi, ricca com'è di incongruenze macroscopiche... Il che deprime un po' le aspettative dell'appassionato di gialli, fosse anche di gialli dei ragazzi, e quindi un po' meno esigente. Resta una lettura divertente, ma meno interessante del capotistipite della serie... che comunque speriamo che continui!

domenica 25 luglio 2021

Jerry Todd e il caso della gallina ballerina

Quarta, divertente avventura di Jerry Todd e i suoi amici. C'è da salvare il capitano Tinkertop da un pericolo terribile: una spasimante irriducibile, che vuol sposarlo ad ogni costo. E c'è da risolvere il mistero del baule stregato del misterioso indiano, quello che... si è reincarnato in un gatto! E poi c'è la gallina ballerina, a meno che non sia in realtà anch'essa la reincarnazione di qualcuno. Un'avventura davvero pirotecnica e spassosa, in puro stile Leo Edwards, ricca di mistero e di divertimento. Serie consigliatissima per i giovani lettori e anche per quelli meno giovani, nostalgici dei gialli dei ragazzi. Per chi volesse conoscere Jerry Todd, il consiglio è di partire dal n.1: Jerry Todd e la mummia sussurrante (che Robert Arthur aveva ben presente quando ha scritto l'omonima avventura dei tre investigatori, tanto da omaggiarla nel titolo stesso).